Zaffiro Pietra Preziosa: Significato, Prezzo e Caratteristiche

Zaffiro Pietra Preziosa: Significato, Prezzo e Caratteristiche

Lo zaffiro è la varietà blu del corindone. Lo zaffiro, con il rubino e lo smeraldo, fa parte delle tre pietre preziose colorate più famose e costose richieste dal mercato. Negli zaffiri, come negli altri corindoni, la lucentezza è un tratto distintivo importante così come il colore che va da un blu intenso ad un blu molto chiaro.

Lo zaffiro in natura si trova in rocce metamorfiche derivanti dalla rifusione di un micacisto, di una quarzite o di un calcare, in magmi poveri di silice e nei rispettivi depositi alluvionali che oggi sono i giacimenti più sfruttati.

Tipi e colore zaffiro

Al contrario di quanto si possa pensare, lo zaffiro però non si trova in natura solo nelle varietà blu. Infatti, possiamo trovare:

  • Zaffiro di colore rosa: trovano la loro ragione in momenti romantici e di coppia, infatti, sono sempre di più le persone che li regalano nell’occasione del fidanzamento;
  • Zaffiro di colore viola
  • Zaffiro di colore giallo: si tratta di un’alternativa più economica rispetto ai diamanti gialli. Il suo vantaggio è che lo si può portare in abbinamento a tanti altri preziosi;
  • Zaffiro di colore verde (corindone verde)
  • Zaffiro incolore (leucozaffiro).
  • Gli zaffiri di maggior pregio provengono dalla Birmania, ma in quantità piuttosto ridotta. Zaffiri di qualità si rinvengono anche in Thailandia, nello Sri Lanka, in Cambogia e in Australia.

Pietra zaffiro: significato del nome

Il nome “zaffiro” deriva quasi sicuramente da una parola sanscrita rielaborata nel vocabolo latino “sapphirus” e greco “sappheiros” e che significava “azzurro”. È molto probabile però che originariamente si riferisse al lapislazzuli.
Pietre preziose: ecco i nomi e l’elenco aggiornato

Pietra zaffiro: le caratteristiche

Nello zaffiro la lucentezza è una caratteristica sempre presente come in tutti i corindoni. Anche il colore dello zaffiro è piuttosto distintivo. Il blu più o meno intenso è difficilmente confondibile con altre gemme. La gemma con cui lo zaffiro può essere più facilmente confuso è la Tanzanite che però presenta sempre una leggera sfumatura violacea immediatamente riconoscibile all’occhio di un esperto gemmologo.

Negli anni sono state create diverse imitazioni dello zaffiro tutte però facilmente riconoscibili con l’analisi dell’indice di rifrazione, un dato rilevabile attraverso uno strumento gemmologico chiamato rifrattometro e l’esame al microscopio. Gli zaffiri di colore cupo hanno inclusioni più facilmente visibili a causa della scarsa trasparenza generale della gemma. Negli zaffiri chiari, invece, si possono facilmente individuare inclusioni simili a “piume” o “veli”. Il taglio più richiesto è quello ovale ma gli zaffiri vengono tagliati anche rotondi, rettangolari, quadrati e a cabochon.

Pietra Zaffiro: prezzo della pietra preziosa blu

Gli zaffiri più belli e del peso di almeno alcuni carati hanno valutazioni simili a quelle di diamanti e rubini dello stesso ordine di grandezza. Questo vale soprattutto per gli zaffiri provenienti dal Kashmir, dalla Birmania, dallo Sri Lanka, dalla Cambogia e dalla Thailandia. Parliamo comunque di gemme non solo di elevata caratura ma anche di alta qualità. Per saperne di più sullo zaffiro o sulle gemme azzurre in generale, contattaci compilando il modulo sottostante senza alcun tipo di impegno. Dal 1988 Certigem seleziona in tutto il mondo le migliori pietre preziose e diamanti per soddisfare le esigenze più variegate.

Contattaci